venerdì 12 settembre 2014

Pasta alla greca di Marco Bianchi

pasta alla greca

Buongiorno a tutte,
la mia "ricerca" sulla giusta via della nutrizione prosegue. Sto cercando di calibrare la cosa su di me, i miei bisogni e il mio corpo.
Durante il cammino, mi sono imbattuta negli scritti e nel blog di Marco Bianchi (sono certa che non ha bisogno di presentazione!!!) e sbirciando tra le sue ricette e i suoi meravigliosi consigli mi sono imbattuta in questa deliziosa ricetta.

Mi sono procurata gli ingredienti e ne ho fatto una mia versione sostituendo alcuni ingredienti secondo disponibilità del mercato e le mie preferenze. 
Per quella originale di Marco, seguite il link QUI.


pasta con yogurt greco

PASTA ALLA GRECA 

180 g di pasta integrale
120 g feta
2 melanzane
6-8 pomodori ciliegini
6-8 olive verdi dolci
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiai yogurt greco
rucola
sale e pepe

Mettere l'acqua per la pasta sul fuoco. Tagliare le melanzane a dadini e ripassarle in padella con un filo d'olio e un po' d'acqua.
Intanto tagliamo i pomodorini, la feta e le olive in una ciotola. Cuocere la pasta e una volta scolata condirla con lo yogurt greco. Mischiare tutto nella ciotola, aggiustare di sale e pepe. Fare un letto di rucola nel piatto e accomodarci la pasta sopra.

pasta alla greca Marco Bianchi

Date un'occhiata a questo buonissimo piatto e godetevi il pasto con qualcuno di buona compagnia!

Io e mio marito l'abbiamo molto apprezzata.





lunedì 8 settembre 2014

Borsa in fettuccia


 borsa in fettuccia

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti. 
Come siete messe?
Io male!
Nulla di grave non temete, ma il monte Everest sotto forma di panni da stirare si è palesato in casa mia e solo a guardarlo mi prende malissimo.


 crochet bag

Circa un anno fa (mese più mese meno) sono stata a Roma per l'Hobby Show e ho comprato questa fettuccia a pois che adoro! 

borsa di fettuccia all'uncinetto

In un paio di giorni è nata questa borsa che poi è stata seppellita nell'armadio delle cose da finire, perché non trovavo dei manici adatti. 
Non sapete come mi dispiaceva vederla li abbandonata. 
Un giorno la mia amica Kiki ha fatto uno scarto tra le borse che aveva in casa e aveva deciso di buttarne una con i manici di pelle e i moschettoni.... Idea!!! Recupero i manici dalla borsa cestinata e do finalmente in benvenuto alla mia borsa a pois tutta hand-made! 

borsa all'uncinetto
Come tutte le mie borse è grande è capiente e già so che sarò capace di stiparci dentro qualunque cosa e a volte, come possa starci tanta roba nella mia borsa, è un mistero anche per me.

Ora cerco di darmi un po' da fare e di spuntare qualche voce dalla lunghissima lista che mi aspetta.
vi auguro buon lavoro
Sara

ps: se qualcuna fosse interessata alle spiegazioni per realizzare la borsa, mi scriva e le condivido volentieri!

Linky Party C'e' Crisi

mercoledì 3 settembre 2014

Torta di mele


torta di mele

- post rispolverato :-) -
Ci sono dolci che per qualche motivo, nonostante la loro semplicità ci restano nel cuore (e nella gola direi :-) ).
Pasticcio spesso in cucina e di dolci ne ho fatti tanti. Sapete tutti che amo il Tiramisù (alle fragole o a modo mio), ma la Torta di mele, mi ammalia. La adoro!!!
E' semplice, genuina e ha qualcosa di classico e retrò che mi piace.
Ne esistono moltissime versioni, questa è la mia, senza cannella (è una spezia che non amo particolarmente) e con una consistenza morbida e umida. A me piace così.



apple pie

TORTA DI MELE
1  kg gr di mele 
uova medie
50 gr di burro (qualche volta l'ho sostituito con uno yogurt bianco)
350 gr di farina  
300 gr di zucchero

1 bustina di lievito per dolci
2 bustine di vanillina
1 bicchiere di latte
1 limone -il succo-


PREPARAZIONE
Sbucciare le mele e affettarle sottilmente, poi metterle in una ciotola con il succo di limone e un cucchiaio di zucchero.
Montare le uova con lo zucchero e il burro.
Aggiungere il  latte, poi in ultimo la farina e il lievito. Infine aggiungere le mele al impasto facendo attenzione che non smonti e lasciatene qualche fetta per decorare.
Mettere l'impasto in una teglia imburrata e infarinata, guarnire con le fettine di mela e pochi fiocchi di burro.
Cuocere a forno statico, circa 50 minuti (ma fate la prova stecchino) a 180°.

Basta una bella fetta, un bicchiere di latte freddo e si fa il pieno di energia e buon umore per affrontare la giornata.
Raffaele ne è goloso quanto me.
Il mio amico Giuseppe l'ha molto gradita dopo cena qualche giorno fa.
Provatela anche voi e fatemi sapere!

Io ora me ne godo una fetta per colazione, chi vuole gradire???
buona giornata a tutte
Sara

  
Linky Party C'e' Crisi

martedì 2 settembre 2014

Struffoli sale e pepe

Buona domenica.
Cosa farete per chiudere in bellezza la settimana e anche il mese?
Io come ogni anno in attesa di settembre stilo la mia brava lista di buoni propositi...sperando di poterne portare avanti almeno qualcuno.
Domani ricomincio a lavorare e sinceramente ne sono felice, le vacanze sono belle perché poi si torna alla vita quotidiana, e io, amo la mia vita quotidiana.

Ieri ho avuto graditissimi ospiti a cena e per accompagnare formaggi, salumi e verdure grigliate che erano nell'antipasto ho preparato gli STRUFFOLI SALATI, piccole palline di pasta aromatizzata e fritta, che dire golosi è poco.
Era tempo che cercavo questa ricetta.
Da bambina avevo tanti cugini e appena arrivavano le belle giornate, ci spostavamo in grosse carovane, in cerca di spazi nella natura dove poter fare un bel pic-nic, giocare e stare insieme.
Ad ogni pic-nic che si rispettasse in casa nostra, non potevano assolutamente mancare gli STRUFFOLI SALATI di Nonna Ida.
Ne portava delle ciotolone immense, gigantesche e finivano sempre!
All'epoca ero troppo piccola per preoccuparmi di conservarne la ricetta e la mia nonna ora non c'è più, quindi per procurarmi la ricetta ho dovuto affrontare una lunga ricerca. 
Ho chiesto a parenti e amici, cugini e zii...ma niente nessuno ricordava come si facessero.
Poi un giorno mi imbatto in Lucia e scopro che ha le mie stesse origini, sua nonna, come la mia è di Cerreto Sannita, e non mi lascio scappare l'opportunità di chiederle aiuto. 
Finalmente grazie a Lucia e a sua nonna Lina, posso fare nella mia cucina gli Struffoli salati, che tanto mi ricordano i giorni spensierati dell'infanzia!


struffoli salati


STRUFFOLI SALATI 

1 kg di farina
7 uova 
1 bicchiere di vino bianco
1 lievito di birra
sale e pepe secondo i proprio gusti

Impastare tutti gli ingredienti fino a ricavarne un impasto liscio e omogeneo. Lasciar lievitare coperto fino al raddoppio.
Tagliare gli struffoli a pezzetti di circa 2 cm (come per gli Struffoli dolci, ma più grandi). Fare molta attenzione a tenere anche questi pezzi coperti, perché non secchino.


struffoli sale e pepe

Friggere in abbondante olio di semi.


struffoli Cerreto Sannita

Servire tiepidi, ma anche freddi sono buonissimi!

Grazie a mia nonna Ida per aver reso quei ricordi indelebili, a nonna Lina per avermi permesso di ricordare quel sapore e a tutte le nonne del mondo, che rendono questa Terra un posto migliore.

Buona domenica
Sara

martedì 26 agosto 2014

Allestimento caramellata

allestimento prima comunione


Buongiorno,
avete ripreso il lavoro? Siete già tornate al tram tram quotidiano?
Io per fortuna posso godermi ancora una settimana di ferie, e ne approfitto per fare e organizzare delle cosette che avevo in sospeso e preparare le conserve di pomodoro

Oggi voglio mostrarvi l'allestimento  che abbiamo fatto per il tavolo di una caramellata. 
La bimba della mia amica Maria ha fatto da poco la prima comunione, e in quest'occasione speciale, io e Nahomi -Il profumo dei colori-, ci siamo occupate di allestire un tavolo per offrire a tutti coloro che fossero passati a farle gli auguri, un momento di dolcezza.

caramellata rosa

Abbiamo di proposito creato un angolo semplice, in quanto gli ospiti si sarebbero trattenuti a casa per pochi minuti, prima di recarsi in chiesa e alla festa. Serviva giusto a dire "benvenuti & grazie".
La mia amica Maria è stata molto felice del risultato, e anche la piccola Emmanuela.
I complimenti degli ospiti ci hanno ripagate delle ore trascorse a ritagliare fiori di carta e ad assemblare pillow box!

E' stato divertente ed appagante.
Quando lavoro con mia sorella tiro fuori il meglio di me, lei mi ispira e le sue idee mi fanno sempre venir voglia di mettermi al lavoro!

tavolo caramelle prima comunione

Quando facciamo le cose insieme, secondo il mio parere, vengono sempre benissimo!!! 
Ricordate gli allestimenti per il mio compleanno Pink&black party o quello per il compleanno del maritino tavolo rustico e buffet dei dolci che trovate sul blog della sorellina.

Un po' di rosa e del cioccolato ecco che ci vuole per dare una botta di vita alla serotonina e affrontare settembre e l'inizio del nuovo anno lavorativo alla grande! 
Buona giornata 
Sara




Linky Party C'e' Crisi

sabato 23 agosto 2014

Fuga e ritorno


Buongiorno e bentrovate mie care amiche.
Sono scappata...non dal mio adorato blog ma da tutto il resto.
Appianate le piccole cose che mi davano preoccupazione ho buttato 4 cose in valigia e sono andata alla casetta al mare. 
Niente telefono, niente pc, niente tv. 
Due settimane di sole, mare, passeggiate e coccole.
Ne avevo bisogno, tutti dovremmo concederci qualche giorno "fuori dal mondo" è davvero rigenerante.
Ora che son tornata ho una gran voglia di leggervi, che avete combinato in mia assenza???
Ho tanti progetti da cominciare e altri da portare a termine.
Nuove sfide da raccogliere.
Vecchie cose da rimettere a posto.
Quindi ora mi godo un bel cappuccino e spulcio i vostri blog.
A presto 
Sara

lunedì 21 luglio 2014

Bookmarks card

birthday card

Buonasera a tutte,
come sapete, non sono una che programma i post con scadenza fissa, ma dall'ultimo è passato davvero troppo tempo. Purtroppo mio padre è in ospedale e non ero dell'umore giusto per scrivere.
Stasera però mi sono detta che anche solo due righe dovevo metterle giù, quindi scusate l'assenza e il post lillipuziano. 
Qualche settimana fa sono stata ad una festa per i 50 anni di un cugino, e visto che è un vorace lettore, gli abbiamo preso un libro gigante che gli farà compagnia per tutta l'estate.
Quando mi sono messa all'opera per confezionare il bigliettino (visto che quelli già pronti che vi ho mostrato QUI erano troppo femminili), ho pensato che sarebbe stato carino farne uno a tema...e quindi ho fatto una "bookmarks card".

hand made card






I decori della card in pratica si estraggono e diventano segnalibri!
Sul retro ho stampato delle citazioni.

biglietto di compleanno fatto a mano


Che ne pensate????
Commentate, pinnate, criticate :-)
un abbraccio
Sara

mercoledì 9 luglio 2014

Biscotti mandorle e limoni

cookies


Buongiorno a tutte mie care,
qui il caldo comincia a farsi sentire, e io non vedo l'ora di potermene andare al mare!
Intanto passo i pomeriggi con gli amici, mia sorella o a produrre piccole cose!
Con queste temperature accendere il forno è una vera tortura, ma io non mollo e anche rischiando la liquefazione ogni tanto produco biscottini per la gioia dei vicini di casa e amici che ne beneficiano.

Ieri pomeriggio mi sono lasciata rapire da una ricetta trovata su "Il libro d'oro dei biscotti", un libro davvero infallibile!!! avevo delle mandorle da smaltire, e cercavo un biscotto non troppo dolce (non volevo fare la pasta di mandorle per intenderci) e l'unione con il limone mi è sembrata vincente!


                       biscotti mandorle e limone

Non mi sbagliavo, deliziosi, dolci con una punta acidula. Provateli.

BISCOTTI MANDORLE E LIMONE


225 g farina
100 g mandorle tritate finemente
125 g burro
1 limone
150 g zucchero (per me di canna integrale)

Lavorare lo zucchero con il burro, appena diventa una crema aggiungere la farina e le mandorle tritate, poi il succo di 1 limone un pizzichino di sale

far riposare la pasta in frigo 30 minuti.

Stenderla ad uno spessore di circa 0,5cm e tagliare i biscotti con la forma che si preferisce. Cuocere a 160° per 12-15 minuti

Semplicissimi non trovate???
Buona giornata
Sara
ps= ho aggiunto la scrittina sulle foto, per chiarire di che cosa si tratta, come suggerisce Alex di "C'è crisi c'è crisi", voi che ne pensate??

mercoledì 2 luglio 2014

#venitegiàtaggati


Buongiorno amiche blogger,
oggi post piccolo piccolo ma con una bella notizia!!!
Stasera sarò ospite alla radio.

Cheyenne Radio Sound, ha lanciato un nuovo programma, #venitegiàtaggati  e come racconta la descrizione sul loro sito "è un programma centrato sul mondo del web e dei social networks accompagnato sempre e comunque dalla musica.
Blogs, esperienze internettiane dal webworld 2.0, e quanto di più social il mondo dei network riescono ad offrirci, sono i temi di ogni puntata."

L'arcobaleno di Sara stasera sarà ospite della puntata in diretta, non ve la perdete!


martedì 1 luglio 2014

Conserve di pomodoro fatta in casa

pomodori fatti in casa



 Buongiorno a tutti,
si sta avvicinando il periodo dell'anno in cui è bene comportarsi da formichine e mettere da parte per l'inverno i meravigliosi frutti che ci regala la terra. Preparare in casa conserve di pomodoro, marmellate e sott'olio e qualcosa che mi regala una soddisfazione senza pari. Mi riporta a estati piene di ricordi felici, di bambini coinvolti nei lavori di famiglia, di giornate che profumano di pomodori appena tagliati, di bracieri accesi tutta la notte e di racconti e risate che tirano fino all'alba. La nonna preparava le conserve per tutta la famiglia, ma tutti dovevano collaborare!!!
I papà spostavano cassette e bottiglie, le mamme pulivano sterilizzavano e riempivano le bottiglie vuote e noi piccoli a seconda del grado di fiducia accordataci e dell'età raggiunta potevamo preparare le foglie di basilico, aggiungerle ai pomodori o spingere "'e ppacchtelle int'a butteglia c' 'a cucchiarell!" (gli spicchi di pomodoro nelle bottiglie aiutandosi con un cucchiaio di legno).
Sono momenti marchiati a fuoco nella mia memoria e che custodisco gelosamente nel mio cuore.
Poi la nonna ha dovuto cambiare casa e nella nuova non c'era un cortile per i pentoloni e i bracieri e la meravigliosa tradizione di famiglia è andata un po' alla deriva.
Ma io non potevo rinunciare e da quando lei è volata in cielo ancor di più ho cercato una soluzione per continuare e portare avanti i suoi insegnamenti.
Grazie a una zia di Raffaele, ho scoperto che c'è un altro modo per sterilizzare le bottiglie e unendo la ricetta di nonna con metodi più adatti al mio appartamento ho riportato sulla mia tavola il sapore dei pranzi in famiglia.

Faccio due tipi di conserve di pomodoro, le passate e i pezzettoni.
Le foto del post riguardano solo i pezzettoni perché per fare le passate senza poter bollire le bottiglie è necessario essere veloci e precise e quindi niente intervalli per fare foto.

I pomodori che uso sono esclusivamente SAN MARZANO del Vesuvio, se non avete mai avuto occasione di assaggiarli, fatelo, sanno di Sole e vita!



OPERAZIONI PRELIMINARI
-lavare accuratamente le bottiglie
-sterilizzare le bottiglie per 1 ora in forno a 160°
-comprare SEMPRE nuove capsule per chiudere le bottiglie
-pulire i pomodori e scartare quelli rovinati

CONSERVA DI POMODORI A PEZZETTONI


Tagliare i pomodori a pezzi e riempire ben bene le bottiglie, aggiungere un po' di basilico, chiudere la bottiglia. Mettere le bottiglie in un pentolone coperte d'acqua e far bollire per 40 minuti. Lasciar raffreddare nell'acqua, poi riporre in posto fresco e al riparo dalla luce.

CONSERVA DI POMODORI PASSATI
 - PASSATA RUSTICA-
Questa versione è un attimo più complessa, ma solo perchè io non ho abbastanza posto per far bollire pentoloni giganti con le bottiglie dentro.
Con l'aiuto di un buon frullatore ridurre in purea i pomodori (frullando tutto avrete una passata più densa se la volete classica dovrete procurarvi un passatutto elettrico) e versarli man mano in una pentola capiente. Aggiungere il sale e far cuocere 40 minuti dal momento dell'ebollizione. Girare il sugo sempre con lo stesso cucchiaio di legno che lascerete appoggiato sulla pentola in modo che resti caldo.
E ora la parte difficile.
Chiudete la porta e le finestre.
Preparate uno scatolone con dentro una coperta e altre coperte per intervallare i vari strati che farete.
Prelevare le bottiglie dal forno ancora calde, versare il sugo bollente chiudere la bottiglia e mettere subito nello scatolone. Quando il fondo sarà pieno mettete un'altra coperta e continuate fino a che lo scatolo sarà pieno o avrete finito la passata. Chiudete lo scatolo e coprite con un'altra coperta. Per circa 48 ore è meglio non spostare lo scatolo, trascorse le quali potrete spostarlo ma non aprirlo. Lasciate le bottiglie nello scatolone al coperto per almeno 15 giorni.

So che sembra un po' complicato, ma è più difficile scriverlo che farlo. 
Io lo faccio da 3 anni e non ho mai perso o rotto una bottiglia. Basta stare molto attenti alla pulizia e alla temperatura.

NOTA BENE=per chi ha paura del botulino condivido un estratto dal sito dell'Istituto Superiore di Sanità 
"Dove si può trovare il botulino? 
Il botulino è un microrganismo anaerobio, vale a dire che si sviluppa in assenza di aria, che si può ritrovare nel suolo, nei sedimenti e nella polvere, sotto forma di spora. Gli alimenti possono venire a contatto con le spore, ma diventano pericolosi soltanto se permettono il passaggio della spora a cellula vegetativa, consentendo lo sviluppo del microrganismo. È infatti in questa fase che avviene la produzione delle tossine responsabili della malattia. Gli alimenti che non permettono lo sviluppo del botulino e sono quindi sicuri sono tutte le conserve naturalmente acide o acidificabili (per esempio la passata di pomodoro e i sott’aceto), le conserve preparate con alte concentrazioni di zucchero (marmellate e confetture) o sale (conserve alimentari in salamoia)."
E ora basta fare le cicale mettetevi al lavoro
Sara

domenica 29 giugno 2014

Bigliettini hand-made

handmade card


 Buongiorno,
come vi avevo già annunciato nel post precedente, in questi giorni ho "giocato" un po' con la mia Cricut e ho preparato una piccola riserva di bigliettini da usare all'occorrenza, quando magari non ho il tempo di crearne uno ad hoc!
(Ne avevo fatti già alcuni per San Valentino qui e natalizi qui 1, 2, 3 e 4.)
Ho provato a fare cose diverse e sinceramente non tutti mi piacciono, ma ve li mostro lo stesso, perché qui non siamo mica perfette!!!
I materiali sono quasi esclusivamente pezzi e ritagli avanzati da altri progetti, nastri recuperati da bomboniere e colla. L'unica cosa che ho comprato sono gli cristalli multicolore da attaccare...moooolto carini :-)

Questa è quella che preferisco, con fiorellini 3d e una simpatica scritta "happy birdie day".


happie birdie day card

Quest'altra è semplice e in qualche modo più seria, ma non male...anche se il bristol di fondo è di un colore improponibile.


biglietto di compleanno elegante

I gufetti vanno molto in questo periodo, e ho provato a farne uno e ad applicarlo su una card. Il gufo mi piace molto, ma forse tolgo i nastri, che ne dite?


biglietto d'auguri gufetto

E poi c'è questo con le farfalle 3d, l'idea mi piaceva assai, ma la realizzazione mi ha lasciata insoddisfatta. non mi piace...


farfalle 3d card

Oggi sono impegnata a cercare di farne uno per il compleanno di un cugino che si appresta a diventare cinquantenne...vediamo che ne viene fuori!

Anche la mia cucina è in fermento!
sto preparando conserve e sperimentando nuove ricette, quindi...
Stay tuned
Sara
Linky Party C'e' Crisi

mercoledì 25 giugno 2014

Summer wreath

ghirlanda fuoriporta



Buongiorno a tutti!
E' davvero arrivata l'estate e con essa la voglia di scappare al mare e mettersi a mollo...Io amo andare al mare. In realtà l'estate non mi piace particolarmente le temperature sono troppo alte, l'afa e le zanzare non sono esattamente fattori che la fanno concorrere a "la mia stagione preferita" ma poter andare al mare, beh, la rende sicuramente più sopportabile! Io non sono di quelle che se ne stanno sdraiate al sole, anzi ci sto il meno possibile...io sguazzo tra le onde, mi stendo a riva dove l'acqua ti copre a pelo...e quando la mia pelle e zuppa e tutta raggrinzita allora mi arrendo alla necessità di asciugarmi e mi fiondo sotto l'ombrellone a godere il venticello in compagnia di un buon libro. 
In attesa di potermi godere lo splendido mare del Cilento, passo i pomeriggi a giocare con la mia Cricut e la BigShot!


yellow & green wreath

L'altro ieri ho realizzato un nuovo fuori porta, dato che avevo ancora appeso quello di Pasqua!!!
Ho tagliato un po' di fiorellini con la mia fustella Bigz Fiori diversi stracciati. Ho usato solo il fiore in basso a destra.

L'ho ritagliato nel cartoncino bianco e li ho sovrapposti due a due. Ho fatto il centro con dei cerchietti gialli.

Non avevo una base per ghirlanda in polistirolo, così ho tagliato tre "ciambelle" e le ho sovrapposte per avere una base abbastanza solida.L'ho poi rivestita con un nastro ricavato da raso verde prato. 
Non mi è rimasto altro da fare che attaccare i fiorellini!
Con la Cricut ho tagliato la scritta "welcome" e l'ho attaccata con la colla a caldo.
E' stato un lavoro semplice e tutto sommato trovo il risultato carino.


summer flower wreath

Ieri ho fatto altre cosine che vi mostrerò nel prossimo post.
Buona settimana
Sara


Linky Party C'e' Crisi

giovedì 19 giugno 2014

Peperoni ripieni vegani

Buon giovedì a tutte,
come va? Io sono persa. Si in questo periodo dell'anno i miei impegni lavorativi diminuiscono e io subisco una strana fase di transizione...di nullafacenza! Ecco l'ho detto, mi impigrisco. Dura poco eh! ma c'è, non posso farci nulla.
Ieri ho avuto un fortunato pomeriggio produttivo con la mia Cricut, e ho fatto alcune card, da tenere di riserva e di usare all'occorrenza. Spero di riuscire a fare delle foto domani così ve le mostro.
Oggi voglio invece condividere con voi una ricetta, un esperimento culinario ben riuscito, vegano, leggero e squisito!

vegan pepperoni

Peperoni imbottiti vegani

6 peperoni sodi
2 melanzane
2 zucchine grosse
2 pomodori 
un pochino di pangrattato
sale q.b.
2 cucchiai olio evo

peperoni vegani ripieni
Pulire e ridurre a pezzetti 1 peperone e le altre verdure. Svuotare 5 peperoni e pulirli bene.
in una padella capiente versare l'olio, le verdure tagliate e sale. Saltare le verdure pochi minuti.
Aiutandosi con un cucchiaio riempire e peperoni vuoti e poi spolverizzare sulla superficie un po' di pangrattato. Passare al forno per 20 minuti 160°, facendo partire il grill verso la fine.

A me sono piaciuti moltissimo.
Spero di avervi fornito uno spunto per una sera senza carne!
Inoltre questa ricetta è davvero leggera e entra a pieno titolo anche nella mia lista di ricette dietetiche Menù Dieta sbirciatele tutte!!!

A presto
Sara

giovedì 12 giugno 2014

Crepes con latte di mandorla


crepes latte di mandorla
























Buongiorno a tutte,
finalmente sono tornata in forma, c'è voluto poco!!!
Le scuole sono finite e io sono ufficialmente in ferie e così ho più tempo libero per i miei hobby....peccato che il caldo mi smonti un pò!
Ma ho davvero tanti progetti da portare a termine e moltissimi nuovi da mettere in cantiere.

Stamattina per concedermi una coccola e darmi una bella carica d'energia mi sono preparata una colazione da regina!
Crépes con latte di mandorla, farcite con marmellata fatta in casa di fragole e fragole fresche!!!
Che idea fresca e golosa!
Per le crèpes ho utilizzato la ricetta che uso sempre (libro base del bimby) sostituendo il latte con latte di mandorla fatto in casa (a breve la mia versione) e il burro con l'olio!
crepes senza lattosio


CREPES DI LATTE DI MANDORLA (4 crèpes)

-1 uovo (bio e di galline libere!)
-50 g farina integrale
-125 g latte di mandorla 
-1 pizzico di sale
-10 g olio evo (per ungere la pentola)

Sbattere l'uovo con il latte poi aggiungereli in una ciotola a parte con la farina e mescolare fino ad ottenere un impasto liscio e della giusta densità (se è necessario si può aggiungere un po' di latte).
Riscaldare la pentola per fare le crépes ungerla con un fazzoletto imbevuto d'olio e un mescolino d'impasto.
Girare e lasciare cuocere anche il secondo lato.

Semplicissime e davvero buone.

Io le mie le ho farcite con fragole fresche e marmellata di fragole fatta in casa (seguite il link per la mia ricetta)!
Provatele, ve ne innamorerete!
buona giornata 
Sara

ps= ringrazio tutte le amiche blogger che in questi giorni mi hanno assegnato dei premi. 

Linky Party C'e' Crisi

lunedì 9 giugno 2014

Anemia mediterranea e vegetarianismo




E io lo sapevo che alla fine una scemenza la facevo!
Rientra perfettamente nel mio modus operandi.
Quando ho intrapreso questa nuova avventura del Vegetarianismo ho sottovalutato un piccolo particolare, io sono portatrice sana di anemia mediterranea, il che mi porta dei problemi di gestione dei livelli di ferro, che non assimilo facilmente. Poi per metterci una bella ciliegina sulla torta, sono anche allergica al ferro, quindi quando il livello scende...non posso integrarlo. Fortunata vero?
Ieri sera sono svenuta e stamattina il controllo ha sottolineato quello che avevo già capito...ferro ai minimi storici. Avevo già notato un piccolo calo di energia, ma non avevo capito che era un sintomo da tenere in considerazione.
Il medico non è stato categorico.
Se voglio posso essere vegetariana, ma con una grossa attenzione agli abbinamenti e integrando acido folico e vitamina B12 che mi serve in quantità più elevate.
Ovviamente la carne rossa magra contiene ferro EME che assimilo più facilmente rispetto a quello Non-eme dei vegetali.
Non sono abbastanza preparata.
Continuerò a "studiare" e a mangiare più sano che posso, ma per ora devo reintegrare la carne una volta a settimana e almeno una il pesce.
Questa cosa mi ha un po' delusa, ma così è.
Ho letto di gente che l'anemia l'ha curata mangiando vegetali, forse il mio essendo un problema genetico la questione è più complessa.
Tutto qui per ora.
Cerco di rimettermi in pari con il ferro...
Voi restare collegate che non mancheranno nuove ricette vegetariane.
buona serata
Sara -svengo ma non mi arrendo!-


mercoledì 4 giugno 2014

Cookies vegetariani sani e nutrienti

Buongiorno a tutte,
finalmente splende il sole, che bello quando le giornate sono luminose e tiepide, non trovate anche voi?
Sto davvero bene e le proteine vegetali sembrano darmi molta energia.
Ho letto molto del seitan e del muscolo di grano, ma sono titubante, non si rischia di mangiare poi troppi carboidrati???
C'è qualcuna tra voi che sa dirmene di più?
L'avete mai mangiati o addirittura preparati in casa?

La settimana scorsa su richiesta di una lettrice, e amica di vecchia data, ho messo per iscritto quello che ho mangiato durante la settimana, così da avere un idea reale di come ho combinato gli alimenti.
Ho deciso di condividere anche con voi questo menù settimanale, per fornirvi qualche spunto, e magari per avere in cambio qualche consiglio. Sto sbagliando qualcosa??? Voi cambiereste qualche punto?

Menù settimanale vegetariano


LUNEDì
colazione= latte di mandorla o riso con cereali integrali e frutta fresca


cena= polpette di lenticchie con peperoni in padella

MARTEDì
colazione= latte di mandorla o riso con cereali integrali e frutta fresca

Pranzo= pasta e fagioli

Cena= peperoni inbottiti di verdure miste al forno 

MERCOLEDì
colazione= latte di mandorla o riso con cereali integrali e frutta fresca

Pranzo= pasta e zucca

Cena= panino (come da pub) con soiaburger e insalatona

GIOVEDì
colazione= latte di mandorla o riso con cereali integrali e frutta fresca

Pranzo= pasta e lenticchie


VENERDì
colazione= latte di mandorla o riso con cereali integrali e frutta fresca

Pranzo= riso e verza

Cena= cotolette vegane fatte in casa con melanzane a funghetto

SABATO
Colazione= crepes (con latte di mandorla nell'impasto) confettura di fragole e fragole fresche

Pranzo=Pizza

Cena= fagioli e scarole.

DOMENICA
Colazione= macedonia e waffles


Cena= gelato e passeggiata!

NB=
1. a pranzo se mangio i legumi cerco di mangiare sempre anche verdura o cotta o cruda
2. gli spuntini due al giorno sono sempre con frutta e noci
3. le noci le aggiungo anche alle insalate
4. sto mangiando anche delle bacche di goji (ma le usavo anche prima) molto moderatamente perchè sono molto ricche di ferro e io sono allergica
5. cerco di mangiare i legumi tutti i giorni

Sono tutte orecchie, ditemi cosa ne pensate!!! Sbaglio???
Faccio bene?
Intanto vi mostro cosa ho fatto con una nuova dose di
PASTA FROLLA VEGANA.

biscotti vegetariani cookies vegan























Biscotti vegetariani

1 dose di frolla vegana
250 g di nocciole a pezzi
250 g di cioccolata extrafondente

Una volta preparata la frolla, aggiungere la cioccolata e
le nocciole fatte a pezzi grossi.
Ricavare delle palline di pasta e metterli in una placca
ricoperta da carta forno. Schiacciare leggermente le 
palline. Infornare 15 minuti a 180°.

Il risultato è strepitoso. I miei amici li adorano e continuano
a chiedermi di rifarli!
Provateli.

















Ultimi Post con Miniature